Barcellona al cinema

Barcellona al cinema
February 23, 2015 cast4

Vicky-Cristina-woody_allen_barcelona

Se siete stati in qualche grande città americana, come New York o San Francisco, avrete sicuramente provato quella strana sensazione di familiarità: “Ma io l’ho già visto questo posto…”. Tranquilli, non sono reminiscenze di una vita passata! È merito del cinema che, in sessanta minuti o poco più, è in grado di proiettarci dentro un luogo reale lontano dalla nostra vita, rendendocelo familiare e trasferendo sul luogo le emozioni che il film ci ha fatto vivere. La stessa sensazione si può provare anche al contrario, quelle rare volte che vediamo un luogo caro apparire in un film, l’effetto è sempre un po’ straniante – “Che ci fai lì dentro? Mi sembri così diverso!”
Ci sono città che più di altre sono “cinematografiche”, per esempio Parigi  con i suoi boulevard ariosi, i suoi ponti romantici, oppure Londra con gli iconici London Bridge e il Big Ben, onnipresenti in ogni panoramica della città. Altre invece devono ancora essere “scoperte” e restano location appannaggio dei registi che le vivono e che ben conoscono i loro punti forti.
Vi proponiamo di seguirci in un viaggio cinematografico alla scoperta di Barcellona, città di Antonì Gaudi e Eusebi Guell, due uomini che a inizio Novecento si diedero da fare per rendere la capitale catalana un luogo eccezionale.
Un passeggiata cinematografica per conoscerla se non ci siete mai stati, o per ritrovarsi ancora una volta nelle sue strade assolate. Magari, mentre il film continua, potreste indugiare con la fantasia sulla quella panchina di Park Guell dove vi siete riposati un attimo, guardando il Mediterraneo splendere davanti a voi.

“Tutto su mia madre” di Pedro Almodovar

“L’appartamento spagnolo” di Cédric Klapisch

“Profumo – Storia di un assassino” di Tom Tykwer

“Viky Cristina Barcelona” di Woody Allen

“Biutiful” di Alejandro González Iñárritu.

“Professione: Reporter” di Michelangelo Antonioni